Agente 007: missione natura

All’agenzia per i crimini ambientali (EIA) siamo alla ricerca di nuovi investigatori e uno di quelli potresti essere proprio tu!
Suona così l’annuncio pubblicato da qualche giorno sul sito ufficiale dell’EIA; basta iscriversi al concorso e con un po’ di fortuna avrai la possibilità di conoscere personalmente i migliori investigatori che sveleranno i loro trucchi del mestiere, mostrandoti fotocamere nascoste e molti altri strumenti del loro equipaggiamento. Se poi sei davvero fortunato potresti essere il vincitore di una fotocamera digitale spia. Tutto ciò che devi fare è iscriverti al concorso e nell’attesa dell’estrazione cercare di capire che cos’è un crimine ambientale e come agisce uno 007 della natura.

L’UNESCO definisce crimini ambientali tutte quelle azioni che direttamente o indirettamente danneggiano l’ambiente e che quindi sono illegali. Possono rivolgersi al traffico di rifiuti tossici o semplici, si fa per dire, inquinanti; alla deforestazione illegale, al traffico di specie rare e protette (sia animali che vegetali) ma anche alla pesca abusiva.

Ora che sappiamo quali sono gli ambiti di indagine, quando crediamo di esser stati testimoni di un evento eco-illegale, facciamo particolare attenzione alla scena del crimine; annotiamo cosa abbiamo visto o abbiamo creduto di vedere, quante e quali persone erano presenti (incluso un buon identikit), il luogo esatto in cui è avvenuto l’incidente e la descrizione dei veicoli (macchine o barche) coinvolti.

Ti senti preparato anche per questa fase? Allora consulta il sito della Sea Shepherd Conservation Society (SSCS-organizzazione internazionale no profit per la salvaguardia dei mari) e troverai già online alcune missioni per te.

£1000 per chi li porterà alla cattura e all’arresto dei responsabili dell’uccisione di 5 foche grigie nelle isole Orkney. Purtroppo i pescatori della zona sono autorizzati ad ucciderle ma solo se stanno realmente causando danni alle attrezzature da pesca. Queste 5 foche (tra cui quattro incinte e 1 giovane) sono state assassinate mentre si riposavano sulla spiaggia!

AUD$1000 a chi aiuterà ad acciuffare coloro che in un parco naturale nella regione del Queensland in Australia hanno ucciso, scuoiato e rigettato in mare quattro squali tigre.

E infine, €1000 per chi renderà possibile la prima condanna dei pescatori che utilizzano cani e gatti come esche per la pesca degli squali. Benché considerata inconcepibile questa pratica è ancora abbastanza diffusa in Francia e tollerata dalla polizia locale. I poveri animali vengono letteralmente infilzati con diversi ami e gettati in acqua in attesa di diventare cibo per squali.
Sei pronto per contribuire alla salvaguardia della terra e dei suoi abitanti?
Che aspetti allora: inizia ad allenarti, presto potrai essere tu il più bravo agente segreto della natura…

LINKS:
http://www.eia-international.org/competition
http://www.seashepherd.org/get-involved/rewards.html

   Facebook  Twitter  YouTube Linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *